Banner promozionale date italiane dei Bad Religion.

.:: In Primo Piano ::.

News

Leggi i feed RSS
notizia pubblicata il 11/6/2012 23:23
da samchok

Lo scorso 24 marzo, a Washington D.C. si è tenuto il Reason Rally, il primo "raduno" americano di grandi proporzioni per atei e non credenti. Il Reason Rally è stato definito "la Woodstock degli atei e degli scettici". All'evento hanno preso parte scienziati, esperti (tra questi anche Richard Dawkins), comici e cantanti, tra i quali i nostri Bad Religion e Greg Graffin. Di seguito un'intervista alla band in occasione dell'evento e... Greg impegnato a cantare l'inno nazionale!

See video
notizia pubblicata il 5/6/2012 22:22
da samchok

Era da tempo che non li si vedeva assieme, eppure lo scorso weekend Greg Graffin ha fatto al sua comparsa, a sorpresa, in Germania sui palchi del Rock im Park e del Rock am Ring, in occasione del 30esimo anno di età dei Die Toten Hosen. Campino e Greg hanno cantato assieme Raise Your Voice, Punk Rock Song e Blitzkrieg Bop dei Ramones. Campino ha poi richiamato Greg sul palco per i cori di Freunde. I video dell'esibizione sono disponibili su TheBRPage.

See video
notizia pubblicata il 29/1/2012 23:23
da samchok

In un suo recente cinguettio su Twitter, un certo Eric Nelson (che verosimilmente lavora in una casa editrice) ha reso nota l'intenzione di Greg Graffin di pubblicare un nuovo libro: "Sono in possesso di una proposta per un nuovo libro da parte di @DoctorGraffin. Probabilmente non avrei dovuto scriverlo su Twitter, ma era una notizia troppo eccitante per non farlo." Stiamo a vedere se questo si tradurrà in un nuovo manoscritto nei prossimi mesi.

Il sito di Chuk Palahniuk ha da tempo pubblicato un'interessante intervista a Greg Graffin a proposito del libro (in parte) autobiografico Anarchy Evolution. Nel corso della lunga intervista Greg spiega ancora una volta nel dettaglio il perché del suo avvicinamento al Naturalismo, il rapporto tra anarchia ed evoluzionismo e quello tra l'evoluzionismo e la scena punkrock. Non mancano occasioni per parlare delle vecchie canzoni, come la We're only gonna die scritta alla tenera età di 16 anni e ispirata al libro Origins di Richard Leakey: "Quella è una delle poche canzoni che ancora mi piacciono. Penso che fosse ben scritta. Mi sento decisamente soddisfatto sapendo che viene spesso richiesta dal pubblico, e che molte band ben più famose della nostra l'abbiano ripresa nei loro album. La suoniamo ancora e ci piace farlo, ma [...] devo ammettere che molte delle cose che ho scritto a 16 anni, pur essendo appropriate per quell'età, non le considero un esempio di buon songwriting".
Alla domanda sull'eventuale possibilità di sbagliarsi circa l'esistenza di dio, Greg risponde: "Onestamente non è che ci penso molto. Non mi etichetto come un ateo, sebbene ci sia molto ateismo nel Naturalismo. Piuttosto preferisco etichettarmi come un naturalista. Credo sia molto più interessante azzardare ipotesi sulla natura e su ciò che sappiamo delle scienze naturali, piuttosto che tenere discussioni vuote e sterili su chi abbia fatto cominciare tutto ciò".
Infine, sull'annunciata registrazione di una serie televisiva di divulgazione scientifica intitolata Punk Professor: "Al momento è sulla scrivania di qualcuno. A dire il vero non me ne occupo. Ho girato il pilot, ma adesso non è più affar mio. [...] Ma si tratta comunque di un territorio che non mi dispiacerebbe esplorare, se qualcuno è all'ascolto e volesse farsi carico di produrlo...".

Come probabilmente avrete notato, anche Band With A Mission è su Twitter. Il nostro account si chiama @badreligionit e conterrà gli annunci dei nuovi articoli pubblicati su Band With A Mission, oltre ad altre sporadiche segnalazioni e - ovviamente - ai vostri interventi! Se siete anche voi vittime dei famosi cinguettii di 140 caratteri, non vi resta che seguirci!

Nel video seguente, Greg Graffin veste - ancora una volta - i panni del professore davanti alle telecamere di English, baby!, spiegando il significato dell'espressione "against the grain".

See video
notizia pubblicata il 11/12/2011 13:13
da samchok

Cinquant'anni di impegno nel campo dei diritti umani non sono pochi. Amnesty International ha deciso di celebrarli con un album di cover dedicato a Bob Dylan dal titolo Chimes of Freedom. Sono ben 75 gli artisti che si sono alternati nella rielaborazione dei brani di maggior successo di Dylan, tra questi: Sinead O'ConnorFlogging MollyJoan BaezElvis Costello, Billy BraggQueens Of The Stone Age, StingPatti SmithRise AgainstJohnny Cash...
Anche i Bad Religion hanno partecipato all'album con il brano It's all over now, baby blue, ascoltabile qui sotto.
E' possibile pre-ordinare l'album dall'apposito sito di Amnesty, mentre per ascoltarlo integralmente in streaming è sufficiente recarsi alla pagina Facebook e cliccare su "Mi piace".

See video
notizia pubblicata il 25/10/2011 22:22
da samchok

Ecco un primo aggiornamento dopo il concerto di Senigallia della scorsa estate. Un sentito grazie a tutti quelli che ci hanno aiutato fornendo materiale. Nella pagina del concerto potete trovare report, gallerie fotografiche e video del concerto. Qui sotto, invece, la galleria fotografica di mrdibbens.

Mentre il 2011 sta per volgere al termine, col il solito ritardo che ci contraddistingue, abbiamo pubblicato la pagina di Anno Dopo Anno dedicata al 2010: Il 30° anniversario. Da oggi inoltre abbiamo realizzato un importante aggiornamento tecnico che ci permetterà in futuro di gestire più agevolmente anche i vostri contenuti. Notate che da oggi le notizie sono commentabili!

TheBRPage ha creato un archivio media per tutti i contenuti riguardanti i Bad Religion comparsi su riviste e giornali, sia cartacei che online. Nel frattempo i Bad Religion preannunciano diverse date in Sud America, Australia e Indonesia!

See video