Banner promozionale date italiane dei Bad Religion.

Articolo: Intervista ai... Bad Religion

Non avrei mai pensato di riuscire ad intervistare i Bad Religion, e soprattutto in modo così facile!
Fuori dal Palanord di Bologna, seconda data di questo mini-tour, incontro prima Greg Hetson, che dà la sua disponibilità a concedermi l'intervista ma mi chiede di aspettare un po' perché deve andare a mangiare qualcosa con gli altri.
Più tardi dal tour bus esce Brian Baker, lo avvicino ed incominciamo l'intervista... Mentre lui sorseggia una RedBull!


Noise - Parlami del concerto di ieri a Roma... com'è andata?
Brian - Non è andata così bene perché Jay stava male... stava per rimettere. Non si è potuto divertire molto e quando sto accanto a lui sul palco è importante che ci divertiamo tutti e due, perciò non è stato il massimo. Oggi, comunque, sta meglio.

N - Il vostro nuovo album mi è piaciuto molto... Si sente la freschezza di qualche tempo fa... Suonate come se foste dei ventenni! Come ci riuscite?
B - Una delle ragioni per le quali The Process Of Belief è così bello è dovuta al fatto che Brett è un grande songwriter. Le sue canzoni sono molto buone e lui ha anche migliorato quelle di Greg Graffin grazie alla competizione che c'era tra loro in studio e per me è stato più facile suonare la chitarra. Loro sapevano come doveva suonare la chitarra sulle canzoni che portavano. Ho dovuto suonare in modi differenti, in base alle scelte sui suoni, ed è stato perfetto per me... mi sono divertito. Sono sicuro che sia per questo che il disco si senta come se fosse suonato da persone più giovani.

N - Per quanto riguarda le problematiche trattate nei vostri testi, la maggior parte sono argomenti molto seri e voi siete stati tra i primi a fare una cosa del genere. Avete scosso i pensieri dei kids, ve lo sareste aspettato?
B - No. Semplicemente si tratta di parlare di cosa è importante per te... Per qualcuno può essere semplicemente il divertimento. Nessuno si aspettava che la gente fosse così coinvolta... Credo che sia stato anche perché i Bad Religion lo hanno fatto per 20 anni ed alla fine molta gente ha veramente capito il nostro messaggio!

N - Sicuramente le nuove bands, dai Pennywise ai Propagandhi, sono state influenzate anche sotto questo aspetto dai Bad Religion…
B - E' una cosa positiva che una qualunque band prenda come punto di riferimento i Bad Religion per fare della musica propria... E' una cosa che accade spesso! Del resto senza i Clash non ci sarebbero stati i Bad Religion... E' una cosa che si ripete e si ripeterà sempre...
N - ...O anche senza i Ramones!
B - Esattamente!

N - Ecco, dopo i Ramones voi ormai siete l'unica band che riesce ad attrarre diverse generazioni di kids... Siete una sorta di ponte che le collega...
B - Sì, è molto bello. Sono contento quando viene a vederci la gente grande insieme a persone più giovani. Ho degli amici che vengono ai nostro show e portano i loro figli... Hanno la stessa età mia, mentre i figli hanno 10 o 12 anni... E' bello… si va avanti!

N - Quali sono stati i motivi che hanno portato al rientro di Brett ed al ritorno alla Epitaph?
B - Beh... Brett ha smesso di fumare crack quindi, non essendo più un tossicodipendente, ha pensato di poter riprendere a suonare. Per quanto riguarda il ritorno alla Epitaph, a me piace molto il fatto che il chitarrista della mia band sia anche il capo della mia etichetta! Non si potrebbe chiedere altro... Tu dici: "Vorrei rendere il disco disponibile in Italia" e lui: "Ok, sir!".

N - Lui ha ricominciato a suonare con voi già su The New America...
B - Sì... Abbiamo ricominciato da lì e poi abbiamo continuato col nuovo disco.
N - Cosa ne pensi del fatto che i media si interessino alla scena punk-rock? Questo "pompare" gruppi come i Blink 182...
B - E' positivo. I Blink 182 sono miei amici, non ascolto i loro dischi perché sono fatti per ragazzini, sai: "Fuck your mom" e cose del genere... Ma il punk è anche questo. Ogni modo per rendere popolare il punk rock per me è ok! Non vorrei far parte dei Blink 182, ma credo sia meglio che i ragazzini ascoltino loro piuttosto che l'hip-hop!

N - So che avete anche suonato con loro... mi sembra al Vans Warped Tour...
B - Non era per il Warped Tour, ma per qualche data del loro tour americano, più o meno per un mese. E' stato cool, abbiamo avuto l'opportunità di suonare davanti a gente che non ci conosceva...

N - Per me questa cosa è strana! Penso che un punk-rocker dovrebbe iniziare ascoltando i Bad Religion!
B - Sì, ma comunque è bene che la gente inizi, con quali gruppi non importa... è ok!

N - Puoi dirmi qualcosa sulle affiliate alla Epitaph, come la Anti o la Hellcat Records?
B - Una volta che si possiede una label di successo come la Epitaph è molto facile "trascinarsi dietro" le affiliate. Per esempio, la Hellcat ha un buon successo anche perché è di Tim dei Rancid, ma la Epitaph la aiuta nella distribuzione. La Anti è una label per band che non sono proprio punk... O almeno non in modo "immediato"! Brett ama ogni tipo di musica... E' essenzialmente un ragazzo a cui piace dare un'opportunità a tutti!

N - Tu, invece, cosa ascolti?
B - Non punk! Io ascolto molta musica country... Come George Johns, Hank Williams per esempio, cose del genere. Mi piace la musica country americana del ventesimo secolo... (mi nomina un sacco di cantanti country! - nda).

N - Ma vecchie band punk o hardcore?
B - Mah... >scolto anche i Black Flag, o i Minutemen, o gli Stiff Little Fingers...
N - Magari i Minor Threat?
B - Oh, no (risate - nda)… non c'è bisogno perché conosco già i loro pezzi! Non c'è molto spazio per il nuovo punk nei miei ascolti personali perché lo ascolto quando siamo in tour o in studio... Quando sono a casa mi dedico ad altre cose.

N - Quando tornerete in Italia?
B - Probabilmente fra un anno.

N - Avete in progetto anche un nuovo disco?
B - -Sì... Speriamo di iniziare a lavorarci nella primavera prossima. Visto che questo sta andando bene andremo prima in tour in altri paesi.

N - Avete fatto progetti del tipo: "Faremo solo un altro disco o due..."?
B - No, no... Che sia uno o nessuno o anche 10, non ci pensiamo.
N - Spero che ne facciate altri cento! B - Ah ah... Beh, sarebbe bello!


autore: Stefano "noise" Opipari
tratto da: Munnezza
data pubblicazione: 06/06/2002